La tecnologia e l'edilizia

I materiali da costruzione, grazie alla ricerca, stanno diventando sempre più smart e “internet connected”. 

Grazie a nuove tecnologie, quali speciali sensori in fibra ottica, si riesce a controllare da remoto alcuni dati fondamentali sullo stato della costruzione. Si può, ad esempio, controllare lo stato di “salute” di un palazzo ed il grado di degradazione, il che implica un intervento preventivo e tempestivo sulle opere di manutenzione.

 

Hydroceramics

 

Oltre al controllo da remoto, abbiamo l’opportunità e l’onore, ( e mi verrebbe da dire il dovere) di poter utilizzare altri materiali super tecnologici che permettono, come Hydroceramics che grazie a bolle di idrogel è in grado di mantenere fino a 400 volte il loro volume in acqua, di assorbire l’umidità dall’ambiente e, nei giorni più caldi, rilasciarla all’esterno. Questo processo permette un controllo della temperatura interna ed un conseguente risparmio energetico. 

 

Fibre sintetiche contro i terremoti

 

La novità si chiama Cabkoma, consiste in una particolare tecnologia così costituita: fibra di carbonio ricoperta da fibre sintetiche inorganiche e successivamente coperte nuovamente da una resina termoplastica. Sono dei filamenti dal diametro di circa 1 centimetro che vengono stesi dalla sommità del palazzo fino a terra, creando una raggiera di fibre. Questa fibra, durante la scossa, sostengono il palazzo e gli conferiscono una elasticità senza precedenti. 

 

Un mattone per combattere l’inquinamento. 

 

Si chiama Cyclone Filtration, è un mattone che “combatte” l’inquinamento. E’ capace di separare le particelle pesanti e contaminanti dall’aria, intrappolandole in una tramoggia rimovibile posta alla base della parete.Questo mattone è stato progettato per eliminare i sistemi di ventilazione negli edifici. Solitamente, vengono posti due strati di mattoni: quelli filtranti all’esterno e quelli isolanti verso l’interno. In questo modo la qualità dell’aria delle persone che abitano nel palazzo risulterà senza dubbio migliore. 

 

Seguici per rimanere sempre aggiornato su nuovi materiali e tecnologie da costruzione.