BIOEDILIZIA - ROMA

La Bioedilizia progetta edifici "ecologici" a basso impatto ambientale e rispetta alcuni principi fondamentali e accorgimenti particolari.
La realizzazione di una ristrutturazione secondo i canoni della bioedilizia prevede in primis un occhio vigile sulla scelta dei materiali che verranno scelti tra quelli naturali, senza additivi chimici ed componenti volatili tossici, senza petrolio e privi di formaldeide.
1) per coibentare la ns nuova casa prediligeremo materiali come sughero,fibre di legno e cocco, fibra di cellulosa,il cotone, la lana, il vetro cellulare - si tratta di materiale riutilizzabile e prodotto con vetro riciclato che,in lastre o in granulato, è
un ottimo coibentante- assieme ad altri composti, verranno di solito adoperati per realizzare tetti e pareti isolanti. Impiegheremo isolanti naturali e coibenteremo la casa con pannelli in fibra di legno, doppi telai nei serramenti, doppi o tripli vetri: il
tutto allo scopo di avere un isolamento sia dal punto di vista termico sia dal punto di vista acustico, senza inquinare l'ambiente e soprattutto tutelando la nostra salute.
2) Per realizzare i nuovi tramezzi, i massetti, le malte, useremo prodotti a base canapa, completamente bio.
3) I laterizi preferiti sono costituiti da un impasto di argilla, sabbia e acqua e si utilizzano per la costruzione di elementi strutturali e tamponature. Una certa attenzione dovrà essere applicata nello scegliere quei laterizi prodotti con argille la
cui radioattività sia inferiore ai limiti prefissati. E’ dunque importante che il
produttore certifichi provenienza, qualità e livello di radioattività di questo materiale.
4) Per tinteggiare useremo vernici naturali da impiegare nella tinteggiatura esterna ed interna ma anche prodotti per la preparazione del fondo non più a base gesso ma materiali come la canapa ad esempio
5) La produzione di acqua calda avverrà mediante l’installazione di collettori solari, dotati di pompa di circolazione, e collettori solari aventi un serbatoio integrato a circolazione naturale. Ci saranno riduttori di flusso applicabili ai rubinetti(docce
comprese) e dove possibile verrà effettuato il recupero delle acque piovane L'energia elettrica, dove possibile, potrà essere prodotta mediante pannelli solari, fotovoltaici per alimentare qualsiasi elettrodomestico o apparecchio elettrico presente nella casa.
6) Infine devono essere garantiti tutti i comfort possibili, tra i quali il comfort termico, luminoso, acustico, ecc.. Con la Bioedilizia si possono ottenere valori di isolamento termico decisamente superi a quelli garantiti da una tradizionale costruzione in laterizio e ciò comporta una riduzione delle emissioni di CO2 e di altri gas inquinanti oltre ad una drastica riduzione dei costi, per il riscaldamento nei mesi più freddi e per il raffrescamento nei mesi più caldi. Le costruzioni quindi sono a basso impatto ambientale, in grado di garantire benessere e comfort per merito dell'utilizzo di un ottimo isolamento termico ottenuto con materiali naturali e non dannosi per la salute. La bioedilizia utilizza materiali ecologici e non inquinanti, cercando di ridurre e limitare il più possibile il consumo di energie non rinnovabili, salvaguardando l’ambiente grazie al maggiore risparmio energetico e riducendo i costi di esercizio e manutenzione.