L'energia della luce

 

Il sole emana luce e senza luce non esiste vita.

Quando si dà vita ad un progetto di restauro, l’aspetto che va considerato con la massima priorità è quello dell’illuminazione.

Innanzitutto deve essere fatta un'indagine sulla naturale ricchezza di energia luminosa che la casa possiede. Poi, per ogni singolo

ambiente andrà valutata la necessità di luce quotidiana.

Infine cercare di mettere il giusto calore della  luce abbia (luci calde>luci fredde)

Se siamo in un ambiente cieco, come ingressi e corridoi, dove è necessaria  una fonte  luminosa accesa anche durante il giorno,

dovremo cercare una soluzione  a basso consumo come possono essere i faretti ad incasso con lampade LED.

Per avere un effetto omogeneo, dovremo disporre  punti luce che vengano distribuiti su tutta la pianta.

Per realizzare dei giochi di luce che da soli arredino il nostro ambiente possiamo pensare a tagli di luce inseriti sia nelle pareti che soffitti

per un effetto morbido e diffuso, per mezzo di velette retroilluminate.

Corpi illuminanti che ci diano l'effetto di wall washing  possono arredare una parete al pari di una tappezzeria o di una tinta colorata.

L’illuminazione radente invece viene scelta per mettere in risalto ed esaltare superfici con texture come i muri in pietra.